I.P.S.I.A. "G. Benelli" - Pesaro

Progetta il tuo futuro

Mattinata in Prefettura

“La mafia diverrà più crudele e disumana. Dalla Sicilia risalirà l’intera penisola per, forse, portarsi anche al di là delle Alpi”. Così Don Luigi Sturzo, in una delle sue prese di posizione che rappresentavano la sua essenza di uomo-sacerdote, dichiarava pubblicamente e prediceva ciò che di lì a poco sarebbe accaduto.

Oggi più che mai queste parole riecheggiano e ritornano come monito di allerta alla popolazione e ai giovani grazie a chi è attivo nel combattere la criminalità, quali i rappresentanti dello Stato e quelle associazioni che si battono affinché questo problema non sia dimenticato. Per questo, l’“Osservatorio sull’educazione alla Salute e alla Legalità” martedì 15 febbraio ha organizzato una conferenza su “Antimafia e Antiracket. Evoluzione storica e attualità degli interventi di sostegno alle vittime” presso la prefettura di Pesaro, a cui anche l’IPSIA “G. Benelli” ha partecipato con le classi 2/ORV, 3/OEN e 5/MAT, dove sono intervenuti: il vice ministro dell’Interno Filippo Bubbico, il commissario straordinario del governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura Santì Giuffrè, il prefetto di Pesaro Luigi Pizzi e il sindaco di Pesaro Matteo Ricci. Gli interventi hanno dato rilievo all’importanza della consapevolezza della legalità e all’educazione alla stessa, che deve essere rivolta ai giovani attraverso atti quotidiani. Il nostro Istituto, da sempre attento e attivo in questo campo, da tempo ha messo in atto percorsi scolastici e progetti (cinema, teatro, letteratura, ecc.), per focalizzare l’attenzione sull’educazione alla legalità; la crescita culturale della società passa, anche, attraverso la conoscenza dei meccanismi mafiosi e dei personaggi legati a questi tipi di attività, spesso visti dai giovani come eroi distorti di una realtà deviata.

  • DSC 6058 (Copia)
  • DSC 6081 (Copia)

News

Progetto ERASMUS+ Wellness#kepass

Rapporto di Autovalutazione

Orario Scolastico

PON

Scuola Lavoro